DEBITO PUBBLICO DA MONTI A GENTILONI

L’ Austerity è una metodica utilizzata da alcuni Governi per poter gestire il Debito Pubblico crescente. La tecnica è quella di tagliare le spese dello Stato – ospedali, scuole, strade, forze dell’ ordine, pensioni – per raccimolare soldi in più per poter ridurre il Debito pubblico.

Monti ha brillantemente eseguito questa tecnica da fine 2011 a fine 2012 ed il Debito pubblico è salito di 129 miliardi di euro ?

Ma cosa ha combinato? Abbiamo tagliato le spese, alzato le tasse (Imu) e il Debito pubblico in solo un anno è aumentato.
L’ anno successivo però è andato l’ economista Gianni Letta, ha anche egli applicato l’ austerity per abbassare il debito pubblico. Il Debito è aumentato di 66 miliardi.
Ma l’ austerity non dovrebbe servire ad abbassarlo? Noi spendiamo poco, tagliamo le spese e abbassiamo il debito, giusto?

Dopo Letta è andato Matteo Renzi. Anche lui ha eseguito la tecnica dell’ austerity. Risultato?
Il Debito è aumentato di 122 miliardi.
Arriva Gentiloni, che prosegue con la tecnica dell’ Austerity per diminuire il debito pubblico.
Fino al 2018 aumenta di 73 miliardi.
Questa tecnica non riesce a fare quello che si ripromette: cambiamola.

Precedente FISCAL COMPACT LIMITA SOVRANITÀ Successivo DOVETE AVERE DEI VALORI PER UNA DIREZIONE

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.